Mercoledì, 20 Febbraio 2019 16:00

Giannino Caria... genesi di una vigliaccheria

Poco prima delle 2 della notte di martedì 19 febbraio, in Via Ildebrando della Giovanna, in zona Massimina, è divampato un incendio che ha distrutto cinque mezzi dell’Associazione di Soccorso Giannino Caria Paracadutisti Onlus. Sono bastati pochi minuti per distruggere gli sforzi di anni di dedizione e sacrificio dedicati alla comunità da parte dell'Associazione di Volontariato della Protezione Civile.
"Sono 36 anni che operiamo. Abbiamo sempre aiutato tutti, siamo stati nelle zone terremotate, abbiamo spento incendi e soccorso persone alluvionate. Non sappiamo perché e chi ci ha colpito", dice Marco Lorentini, consigliere dell'Associazione di Soccorso Giannino Caria Paracadutisti Onlus.  
 
A dare l'allarme alle Forze dell’Ordine, sono stati alcuni residenti che hanno visto il fumo e sentito l'odore di bruciato. Sul posto sono giunte due squadre dei Vigili del Fuoco e i Carabinieri della stazione di Ponte Galeria di Ostia che ora indagano sulla vicenda. L'ipotesi più probabile è che il rogo sia di natura dolosa, anche perché le vetture erano a distanza l'una dall'altra. Le fiamme hanno annerito anche la parete della scuola confinante, la Nando Martellini. Camelot HIM si unisce all’abbraccio di solidarietà e vicinanza di tutto il Volontariato e spera che i responsabili vengano al più presto consegnati alla Giustizia.
"Chi ha fatto questo, ha già perso. Chi, in modo ignobile e vigliacco, dà fuoco ai mezzi di un'Associazione di Protezione Civile della Regione Lazio, danneggiando una scuola, ha già perso perché siamo troppi e troppo forti per chiunque. Perché chi ha fatto questo lo ha fatto a ciascuno dei Volontari di Protezione Civile della Regione Lazio, al sottoscritto, a tutta l'Agenzia, ai cittadini onesti che credono in noi." (Carmelo Tulumello, direttore dell'Agenzia Regionale di Protezione Civile del Lazio) 
 
Letto 40 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.