Il Nucleo ha lo scopo di coordinare equipe psico-sociali integrate (Psicoterapeuti, Psicologi, Counselor, Educatori, Mediatori Culturali, Operatori Sociali) nell’ambito di scenari di crisi, di emergenza e di post-emergenza; ha una funzione preventiva e/o di intervento psicosociale a seguito di calamità, disastri, incidenti naturali o provocati da attività antropiche.

Il Nucleo ha lo scopo di coordinare equipe psico-sociali integrate (Psicoterapeuti, Psicologi, Counselor, Educatori, Mediatori Culturali, Operatori sociali) nell’ambito di scenari di crisi, di emergenza e di post-emergenza; ha una funzione preventiva e/o di intervento psicosociale a seguito di calamità, disastri, incidenti naturali o provocati da attività antropiche.

Gli ambiti di intervento sono:

• Prevenzione primaria – secondaria – terziaria riguardo l’impatto psicologico e sociale delle emergenze di protezione civile.

o Prevenzione primaria: pianificazione, formazione, diffusione della conoscenza delle reazioni psicologiche in emergenza, e, in ambito sociale, di una cultura della prevenzione e della sicurezza tra tutti i cittadini, attraverso attività di informazione, formazione e comunicazione. Partecipazione ad esercitazioni nel ruolo di supporto tra pari.

o Prevenzione secondaria: supporto psico-sociale alla popolazione colpita, attraverso la collaborazione con gli enti locali preposti, e le altre associazioni di protezione civile presenti sullo scenario. Istituzione di sportelli di ascolto, gruppi, attività di animazione, raccolta dei bisogni, invio alle strutture presenti sul territorio. Supporto ai soccorritori, attraverso defusing e debriefing.

o Prevenzione terziaria: rivolta esclusivamente ai soccorritori, attraverso colloqui individuali, o incontri di gruppo, a seguito di esperienze potenzialmente traumatiche legate all’emergenza. Attività riservata a Psicologi e Psicoterapeuti.

• Attività di supporto alla comunicazione in situazioni di crisi e di emergenza nell’ambito delle attività Svolte dall’Associazione;

• Progettazione e realizzazione di specifici progetti e programmi, rivolti sia alla cittadinanza che ai soccorritori (volontari e professionisti);

 

Il Nucleo si compone di diverse figure professionali che ricevono una specifica formazione in ambito emergenziale. Le 3 tipologie più rappresentate, a cui verranno affiancate anche altre professionalità, sono:

  • Il counselor dell’emergenza accompagna la persona non curandola, bensì “prendendosi cura di…”; agevola, accoglie e contiene; partecipa alle attività di supporto attraverso competenze nella relazione d’aiuto sia a livello individuale che di gruppo:
  • Lo psicologo svolge un ruolo di sostegno in tutte le fasi critiche dell’emergenza: dallo shock iniziale alla fase della presa di consapevolezza e del cambiamento. Interviene affinché ogni fase venga vissuta e vi sia un’adeguata elaborazione dell’esperienza traumatica;
  • Lo psicoterapeuta in emergenza cura il disagio o la patologia che la persona potrebbe sviluppare a partire dall’evento critico; il suo obiettivo è quello di contenere il manifestarsi e il propagarsi ulteriore della sintomatologia.

 

Home